Articolo


Donne nell’industria dell’abbigliamento e delle calzature in Albania

Pubblichiamo la traduzione di un articolo di Factoje dello scorso maggio sulla situazione dei lavoratori e delle lavoratrici tessili in Albania (traduzione a cura di Ersilia Monti) Il 6 ottobre 2018 il primo ministro albanese Edi Rama ha…

Articolo


(2019) REPORT – Salari su misura

Un nuovo rapporto dimostra come i principali marchi dell’abbigliamento non siano riusciti a mantenere l’impegno del salario vivibile Nessun grande marchio di abbigliamento intervistato è stato in grado di dimostrare, al di fuori della…

Articolo


Romania: salari da fame. Meno di un sesto del salario dignitoso

I lavoratori dell'abbigliamento in Romania guadagnano solo il 14 per cento del salario dignitoso. Per questo motivo i loro familiari sono costretti a cercare lavori precari in Europa occidentale. Il nuovo rapporto della Clean Clothes Campaign…

Articolo


Gli azionisti di H&M coglieranno l’opportunità di far uscire i lavoratori dalla povertà?

https://www.youtube.com/watch?v=3GH6z2Shipg Nel 2013 H&M si è impegnata a garantire salari dignitosi entro il 2018 a 850.000 lavoratori della sua catena di fornitura. La promessa aveva avuto molto…

Articolo


H&M e le mancate promesse: una settimana globale di mobilitazione

Da Delhi a Londra, da Washington DC a Zagabria e in molte altre città, attivisti riportano l’attenzione sul mancato impegno dell’azienda H&M di corrispondere a 850 mila lavoratori tessili un salario dignitoso. Gli operai di uno dei principali…

Articolo


(2018) REPORT – Paghe da fame e violazioni nella catena di H&M

I risultati di una ricerca pubblicata oggi, raccolti nel report “H&M: Le promesse non bastano, I salari restano di povertà”, rivelano come molti lavoratori e lavoratrici che producono abiti per H&M vivano sotto la soglia di povertà,…

Articolo


H&M rispetti l’impegno a pagare salari dignitosi

Mentre gli azionisti di H&M si riuniscono a Stoccolma per l’incontro annuale (AGM), la crescente coalizione internazionale che promuove la campagna “Turn Around, H&M!” richiama l’attenzione sul fatto che H&M stia…

Articolo


H&M manterrà la promessa di pagare un salario dignitoso entro il 2018?

Quattro anni fa, H&M aveva fatto una promessa che, se mantenuta, avrebbe costituito un punto di svolta per l’intera industria dell’abbigliamento. Il 25 novembre 2013 H&M, infatti, aveva promesso che avrebbe pagato quello che loro stessi…

Articolo


Il governo del Bangladesh continua a violare gli impegni assunti

Non ci sono più scuse: nuovi fatti rivelano il fallimento del Bangladesh nelle fare le riforme del lavoro mentre l’Europa rimane a guardare Alla luce dei fatti evidenziati nel nuovo rapporto pubblicato oggi, i sindacati e le organizzazioni di…

Articolo


(2017) REPORT – Il vero costo delle nostre scarpe

La Campagna Abiti Puliti e Change your Shoes annunciano il lancio della nuova inchiesta “Il vero costo delle nostre scarpe: viaggio nelle filiere produttive di tre marchi globali delle calzature” realizzata dal Centro Nuovo Modello Di Sviluppo…

Articolo


(2016) REPORT – Il lavoro sul filo di una stringa

Il «made in Europe» è spesso considerato una garanzia di qualità e di buone condizioni di lavoro. Numerose inchieste realizzate nell’ambito del progetto Change Your Shoes hanno però rivelato un lato nascosto dell’industria calzaturiera, dalle…

Articolo


H&M non mantiene le promesse

La Campagna Abiti Puliti (sezione italiana della Clean Clothes Campaign), l’International Labor Rights Forum e il United Students Against Sweatshops, organizzazioni impegnate nella difesa dei diritti dei lavoratori in Europa, Bangladesh e Nord…

Articolo


LIVING WAGE NOW FORUM: la Clean Clothes Campaign chiede accordi vincolanti

Durante il Living Wage Now Forum tenutosi a Bruxelles dal 12 al 14 ottobre, la Clean Clothes Campaign ha consegnato le oltre 125 mila firme raccolte per chiedere l’istituzione di accordi vincolanti e una legislazione adeguata che permetta ai marchi…

Articolo


Le vuote promesse di H&M sul salario dignitoso

La Clean Clothes Campaign chiede ad H&M di dimostrare le sue affermazioni in merito al “giusto salario dignitoso”, dopo la pubblicazione del suo ultimo Sustainability Report. Sfruttare la povertà dei lavoratori per campagne di marketing con…

Articolo


Un vero boss paga salari dignitosi

Firma la petizione per dire a Hugo Boss che un vero boss paga salari dignitosi. Circa metà degli abiti di Hugo Bosso sono prodotti in Europa. Il report Stitched Up della Clean Clothes Campaign ha mostrato la differenza tra gli attuali salari e il…

Articolo


(2015) REPORT – Quanto è vivibile l’abbigliamento in Italia?

Nuovo report sull’industria tessile e calzaturiera italiana La Campagna Abiti Puliti lancia un nuovo report sulla situazione del settore tessile e calzaturiero italiano redatto attraverso una ricerca realizzata in tre regioni italiane: Veneto,…

Articolo


Cambogia: H&M dia l’esempio. Si impegni a garantire un salario dignitoso

Firma la petizione I lavoratori e le lavoratrici del settore tessile in Cambogia entrano in azione per chiedere un aumento del salario minimo a 177 dollari al mese. Organizzazioni partner della Clean Clothes Campaign hanno organizzato manifestazioni…

Articolo


(2014) REPORT Stiched up! Salari da povertà per i lavoratori dell’abbigliamento in Europa Orientale e in Turchia

SCARICA IL REPORT L’industria dell’abbigliamento rappresenta una grande opportunità per lo sviluppo economico di un paese e per la prosperità della sua popolazione, ma solo se crea forme di occupazione dignitose secondo la definizione…

Articolo


Elezioni europee 2014: impegno a favore di un salario dignitoso

SCARICA L'APPELLO Il 25 maggio in Italia si terranno le elezioni per eleggere i nuovi rappresentanti al Parlamento Europeo. E' un'occasione importante per chiedere a chi sarà eletto di impegnarsi nei prossimi cinque anni sul tema del salario…

Articolo


Salario vivibile, globalizzazione dei diritti

di Francesco Gesualdi In qualità di candidato ho ricevuto l’invito da parte di molte associazioni a firmare impegni a favore dei temi di cui si occupano. Ora mi trovo nella bizzarra posizione di prendere impegni per una proposta avanzata dalla…

Articolo


Il primo atto del nuovo CEO di Benetton: pagare i risarcimenti!

Oggi nella sede del Gruppo Benetton, Marco Airoldi sarà nominato nuovo CEO dell’azienda - ruolo che lo vedrà a capo di una delle più grandi imprese italiane e aziende tessili del mondo in un momento di grandi cambiamenti. Ma prima che il gruppo si…

Articolo


Violenze in Cambogia: 4 morti e 39 feriti. Arrestate 23 persone

Il 2 e 3 gennaio scorsi, in Cambogia, 4 persone sono state uccise e 39 ferite durante la dura repressione messa in campo da polizia ed esercito per soffocare le proteste che dal 24 dicembre 2013 chiedevano un aumento del salario minimo da 80 dollari…

Articolo


Violenze in Cambogia Le richieste dellla Clean Clothes Campaign

La Clean Clothes Campaign, insieme alle organizzazioni in difesa dei diritti dei lavoratori e a sindacati da tutto il mondo, condanna duramente le violenze verificatesi recentemente in Cambogia ai danni dei lavoratori e delle lavoratrici del…

Articolo


Il sogno di Nupur: finire la scuola (Bangladesh)

Prima di iniziare a lavorare in una fabbrica tessile, Nupur, 19 anni, viveva in un villaggio e frequentava la scuola. Purtroppo ha dovuto smettere al  5° grado. I suoi genitori non riuscivano più a permettersi di pagare le tasse scolastiche. Nupur…

Articolo


Il sogno di Phalla: risparmiare per il suo atelier personale (Cambogia)

Phalla guadagnava 120 dollari al mese, compreso di straordinari. Si prendeva cura dei suoi genitori ammalati e cercava di curare i suoi acciacchi. Il suo sogno era di mettere da parte un po’ di denaro per studiare e aprire un suo atelier, ma ci ha…

Articolo


Il sogno di Ratna: una gravidanza sicura (India)

Ratna era incinta di otto mesi e lavorava con un contratto a Bangalore quando ha cominciato ad  avere le doglie. Non ha avuto altra scelta che andare a lavorare lo stesso visto che era giorno di paga e non poteva permettersi di perdere il suo…

Articolo


Il sogno di Salong: un bagno sicuro

“La stanza è minuscola (2m x 3m) e brutta. Abbiamo solo una stuoia, una zanzariera e una stufa a gas per tutti e quattro. Guadagno 80 dollari al mese. Paghiamo  40 dollari al mese per questa stanza - ognuno paga 10 dollari - elettricità e acqua…

Articolo


Il sogno di un lavoratore cambogiano: avere abbastanza cibo

“Ci dissero che la spedizione era urgente. Avevamo paura di essere insultati e malmenati. Lavoravamo anche quando eravamo malati. Lavoravamo anche quando non avevamo dormito o mangiato a sufficienza. Sono a pezzi!”

Articolo


(2013) Lettera aperta a Benetton

La Campagna Abiti Puliti, sezione italiana della Clean Clothes Campaign, chiede, attraverso una lettera aperta indirizzata ai vertici dell’azienda Benetton, un loro impegno concreto per affrontare l’emergenza scaturita dalla tragedia del Rana Plaza,…

Articolo


(2012) Bangladesh: salari troppo bassi e repressione inaccettabile

La Clean Clothes Campaign è seriamente preoccupata per la violenta repressione ai danni dei lavoratori tessili e dei loro dirigenti sindacali messa in campo in Ashulia in Bangladesh. L'11 giugno scorso, migliaia di lavoratori sono scesi nelle strade…

Articolo


(2012) REPORT – Grandi marchi sfruttano lavoratrici marocchine

SETEM, l’associazione referente per Campagna Abiti Puliti in Spagna, ha presentato la ricerca “La moda española en Tánger: trabajo y superviviencia de las obreras de la confección”, che analizza le condizioni precarie di vita e di lavoro che…

Articolo


(2011) REPORT – Quanti punti ha ottenuto il tuo marchio preferito?

«Nel contesto di crisi globale che stiamo attraversando, spesso sono i più deboli a pagare il conto più salato. E l’industria della moda è un ottimo esempio di questa tendenza». È questa la conclusione principale cui sono giunti Anna McMullen and…

Articolo


(2011) REPORT – Negozi di abiti inglesi sfruttano le donne

Migliaia di donne impegnate nella produzione di vestiti per marchi UK lavorano 14 ore al giorno in Bangladesh per paghe da fame. Questa accusa  è stata diffusa  da War on Want in una nuova inchiesta partita quando il giornale People ha pubblicato la…

Articolo


(2011) L’AFW pubblica i nuovi salari dignitosi per l’Asia

Il salario minimo dignitoso è un diritto di tutti! L’Asia Floor Wage Campaign pubblica il Decalogo per le imprese dell’abbigliamento e lancia i nuovi salari dignitosi corretti per l'inflazione. 2 maggio 2011 - In occasione del Primo Maggio 2011,…

Articolo


(2011) Aumenti salariali in Cambogia

Dopo mesi di lotta intensa, i sindacati e datori di lavoro hanno raggiunto accordo per aumentare in modo significativo i salari in Cambogia. L'accordo arriva dopo mesi di instancabile attivismo a difesa dei diritti dei lavoratori in un paese dove l’…

Articolo


I giovani del 6 aprile per il salario dignitoso

30/01/2011 Forse non tutti sanno che i “Giovani del 6 aprile”, movimento nato in rete che partecipa alle rivolte popolari egiziane, deve il suo nome allo sciopero generale contro il carovita e per l’aumento del salario minimo, represso brutalmente…

Articolo


Salari dignitosi all’AltaGracia

30/12/2010 - E’ la prima fabbrica a pagare un salario dignitoso, frutto di un accordo fra il produttore Knights Apparel, il sindacato e l’ente di monitoraggio Worker Rights Consortium. Si chiama AltaGracia, ubicata nell’omonima zona franca della…

Articolo


(2009) Un salario dignitoso a difesa di tutti

OTTOBRE 2009 - In genere la persona che confeziona i vestiti che indossiamo è una donna, oberata di lavoro e sottopagata, in cattive condizioni di salute e a rischio di ritorsioni e molestie se prova a denunciare la sua condizione di sfruttamento.…

Articolo


(2009) Campagna internazionale per il salario dignitoso

In genere la persona che confeziona i vestiti che indossiamo è una donna, oberata di lavoro e sottopagata, in cattive condizioni di salute e a rischio di ritorsioni e molestie se prova a denunciare la sua condizione di sfruttamento. E’ una donna che…